21 Agosto 2014
Utenti online: 3179 visitatori

Incidente in Svizzera: i genitori identificano i corpi dei 22 bambini, si indaga sulle cause


            
     

 Incidente in Svizzera: i genitori identificano i corpi dei 22 bambini, si indaga sulle causeAncora ignote le cause del terribile incidente stradale nel tunnel di Sierre, in Svizzera, costato la vita a 28 persone, tra cui 22 bambini. Mentre si è escluso ormai l’eccesso di velocità, dalle indagini degli inquirenti affiorano tre possibili cause: un guasto tecnico, un malore dell’autista, un errore umano, dunque una distrazione. Anche un video prova a ricostruire la dinamica

 dell’incidente. Secondo la ricostruzione, l’autobus potrebbe aver sbandato a causa di un guasto meccanico per poi andare a colpire frontalmente il muro della galleria, in un punto in cui nel tunnel si riduce la larghezza della carreggiata. I 46 bambini, insieme a quattro insegnanti di due scuole belghe cattoliche stavano tornando a casa dopo una vacanza sulla neve, quando il loro pullman, che aveva appena terminato una breve discesa lungo i tornanti all'uscita della località sciistica e aveva raggiunto l'autostrada, si è schiantato.

Sulla stampa svizzera intanto è polemica sulla sicurezza delle strade. “Sarà necessario prevedere limiti di velocità più bassi per i veicoli pesanti o modificare la progettazione delle aree di emergenza lungo le gallerie contro una delle quali è andato a schiantarsi il pullman con le due scolaresche belghe a bordo”, si chiede il quotidiano francofono Le Temps.

Per far luce sulla dinamica dell’incidente, il cadavere dell’uomo che era alla guida al momento dell’impatto sarà sottoposto ad autopsia. L’esito sarà fondamentale, secondo il procuratore svizzero Olivier Elsig, per capire se l’uomo abbia avuto qualche malore che ha provocato l’incidente.

Riconoscimento salme- I genitori dei bambini morti nello schianto sono arrivati all’obitorio di Sion per identificare i corpi, dove è presente anche una squadra di medici legali. Arrivati ieri a tarda sera in Svizzera con un carico di dolore indescrivibile, molti genitori erano partiti dal Belgio senza nemmeno sapere se avrebbero dovuto riconoscere una salma, oppure assistere un ferito. I parenti delle vittime si trovano ancora nell'albergo Hotel Des Vignes, dove le autorità elvetiche hanno allestito un centro di accoglienza e di informazione. Delle 28 vittime, tre restano ancora senza un nome.

Identificati feriti- Nel frattempo, sono già stati tutti identificati i 24 feriti. Ad annunciarlo è stato il ministero della Sanità belga, sottolineando che sette feriti sono della scuola Lommel, mentre gli altri 17 della scuola di Heverlee. Restano gravi le condizioni di quattro feriti, tutti bambini di circa 12 anni. Tre sono in stato critico, la “prognosi vitale è riservata", ha riferito l'agenzia di stampa svizzera Ats.

Rimpatrio in Belgio- Forse già stasera, feriti e salme torneranno in Belgio. Alcuni corpi verranno rimpatriati in Belgio nelle prossime ore a bordo dei due C-130 messi a disposizione dal governo belga e in attesa sulle piste dell’aeroporto di Ginevra.

Lutto nazionale- Oggi in Belgio è giornata di lutto nazionale. Ieri sera nel corso di una conferenza stampa all'aeroporto militare di Melsbroek, il premier Elio Di Rupo ha dichiarato di non aver ancora deciso "il modo più appropriato" per le commemorazioni. Lo ha detto dopo essere andato a Sierre, il luogo dell’incidente, per deporre una corona di fiori e dopo aver passato diverse ore a fianco dei familiari.

Guarda
la ricostruzione in 3d dell’incidente.

Michela Magrini

Vedi anche 
Strage in Svizzera, pullman si schianta in un tunnel: 28 morti tra cui 22 bambini


Vota su Wikio Condividi - Salva

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


NEWSLETTER

Iscriviti alla newsletter di CorriereInformazione per ricevere nella tua casella di posta elettronica aggiornamenti su ciò che accade mel mondo.
Privacy e Termini di Utilizzo

spread, spread btp-bund 10y

IL BLOG DELLE OPINIONI

di Alessandro Bertirotti
Spesso abbiamo sentito dire e abbiamo letto che la...
Alessandro Bertirotti
di Massimiliano Sammarco
C'era una volta l'idraulico Bruno e il proprieta...
Massimiliano Sammarco
di Efisio Pinna
Da alcuni giorni stiamo assistendo in televisione ...
Efisio Pinna
di ManagerItalia
Rosa e giovane, così può essere definito quest'ann...
ManagerItalia
di Antonio Fossati
Il 2012 è stato un anno molto difficile per il con...
Antonio Fossati
di Ivan Perriera
Pensare che il turismo possa essere rappresentato ...
Ivan Perriera
di Marco Eugenio Di Giandomenico
Gli aspetti relativi alla corretta individuazione ...
Marco Eugenio Di Giandomenico

MULTIMEDIA

Caricamento in corso...

Accadde Oggi