20 Dicembre 2014
Utenti online: 2187 visitatori

Lega: Francesco Belsito riconsegna diamanti e lingotti, Davide Boni si dimette


            
     

 Lega: Francesco Belsito riconsegna diamanti e lingotti, Davide Boni si dimetteNon c’è pace per la Lega e anche quella di oggi è stata una giornata turbolenta con molte novità. Mentre ieri ancora ci chiedevamo che fine avesse fatto il tesoro della Lega, composto da preziosi per un valore di circa 600 mila euro e che le forze dell’ordine stavano cercando ovunque, anche nella perquisizione di ieri in via Bellerio da parte della GdF, oggi Francesco

 Belsito riconsegna i lingotti d'oro e i diamanti che sarebbero stati acquistati con i soldi del Carroccio. Dov’era il tesoro dunque? Era a Genova, nel “caveau” di una banca.

La riconsegna alla Guardia di Finanza di Milano è avvenuta tramite il suo legale, l'avvocato genovese Paolo Scavazzi. Il trasferimento sarebbe avvenuto a bordo di un'auto. Belsito ha riconsegnato 5 chili d'oro in lingotti, 11 diamanti in una confezione sigillata e un'Audi A6. L'auto, usata per un periodo anche da Renzo Bossi, è stata invece restituita direttamente ai rappresentanti del partito. Secondo i calcoli degli inquirenti, l'oro sarebbe stato consegnato tutto mentre mancherebbero ancora dei diamanti per il valore di circa 200mila euro, che non sarebbero dunque nelle mani di Belsito. Chi potrebbe averli?

L’ammanco, stando a quanto sostengono i magistrati, risulta dai documenti bancari acquisiti dal nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza in Banca Aletti e alla Banca Popolare di Novara. E’ stato quantificato, come riferito anche ieri, in 400mila euro in diamanti e 200mila euro in lingotti d’oro. Inoltre, come risulta dalle carte rintracciate dagli investigatori, i diamanti sarebbero stati consegnati in parti uguali nella disponibilità di Rosy Mauro, Stiffoni e Belsito. A quest'ultimo sarebbero andati anche i lingotti d'oro. Il sospetto quindi è che siano nella disponibilità della stessa Mauro, espulsa dalla Lega e di Stiffoni, ex componente del comitato amministrativo del Carroccio.

Lega: Francesco Belsito riconsegna diamanti e lingotti, Davide Boni si dimetteDavide Boni si è dimesso- Nel frattempo, proseguono le dimissioni nella Lega, che sembrano essere all’ordine del giorno. Si era dimessa ieri Monica Rizzi, la “badante” del Trota, ed oggi è la volta di Davide Boni. Anch’egli fa un passo indietro e lascia la carica di presidente del Consiglio della Lombardia, restando tuttavia al suo posto di semplice consigliere regionale della Lega Nord all'interno dell'assemblea lombarda. Boni era coinvolto in un'inchiesta in cui è accusato di aver intascato delle tangenti per la realizzazione di centri commerciali. Mentre all’inizio ha negato ogni addebito e sostenuto di non aver nessuna intenzioni di dimettersi, ora, dopo le dimissioni di molti altri esponenti del partito, anche lui ha ritenuto opportuno fare un passo indietro. La Lega lo pressava da giorni affinchè si dimettesse e ieri, dopo l’incontro che Boni ha avuto in via Bellerio con Roberto Calderoli, la decisione è maturata. Come ha precisato durante una conferenza stampa, la lettera di dimissioni da presidente del Consiglio sarà depositata domattina.

"Seguo l'esempio dato da Umberto Bossi", ha detto."In funzione di quanto ha fatto il mio Segretario federale, Umberto Bossi, che ha fatto un passo indietro per agevolare una serena condizione politica per il movimento, faccio anch’io un passo indietro, precisando che nessuno me l’ha mai chiesto, in totale autonomia, quindi, ed in assenza di qualsivoglia nuovo elemento riguardante le indagini che mi hanno mio malgrado coinvolto. Dopo 22 anni di militanza non posso e non voglio però fare altro, ancora una volta, che seguire l’esempio del mio Segretario federale, Umberto Bossi, al quale già rimisi il mandato un mese fa. Se fa un passo indietro lui, diviene un imperativo morale per me seguirlo", ha spiegato Boni.

Maroni apprezza la decisione di Boni- Roberto Maroni ha detto di apprezzare il gesto compiuto da Boni. "Davide Boni si è dimesso, è un gesto apprezzabile, sottolinea questo nuovo corso che la Lega ha preso. Voglio che in Regione Lombardia si affermi il nostro nuovo principio: largo ai giovani. Ne abbiamo tanti, sceglieremo un giovane che vada a presiedere il consiglio regionale". Il posto di Boni verrà infatti preso da un giovane consigliere e in pole position c’è Massimiliano Romeo, eletto nel collegio di Monza e Brianza. L'elezione del successore sarà in programma l'8 maggio, in occasione della prossima riunione dell'assemblea.

Michela Magrini

Vedi anche 
Lega: spariti altri 200 mila euro di diamanti, nuovo blitz della Gdf. Si dimette Monica Rizzi
Il Consiglio federale della Lega ha espulso Rosy Mauro e Francesco Belsito
Scandalo Lega: l'orgoglio padano accetta le scuse di Bossi
Scandalo Lega: Umberto Bossi si è dimesso, al suo posto un triumvirato
Lega nord: Renzo Bossi si dimette

Vota su Wikio Condividi - Salva

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


NEWSLETTER

Iscriviti alla newsletter di CorriereInformazione per ricevere nella tua casella di posta elettronica aggiornamenti su ciò che accade mel mondo.
Privacy e Termini di Utilizzo

spread, spread btp-bund 10y

IL BLOG DELLE OPINIONI

di Alessandro Bertirotti
Spesso abbiamo sentito dire e abbiamo letto che la...
Alessandro Bertirotti
di Massimiliano Sammarco
C'era una volta l'idraulico Bruno e il proprieta...
Massimiliano Sammarco
di Efisio Pinna
Da alcuni giorni stiamo assistendo in televisione ...
Efisio Pinna
di ManagerItalia
Rosa e giovane, così può essere definito quest'ann...
ManagerItalia
di Antonio Fossati
Il 2012 è stato un anno molto difficile per il con...
Antonio Fossati
di Ivan Perriera
Pensare che il turismo possa essere rappresentato ...
Ivan Perriera
di Marco Eugenio Di Giandomenico
Gli aspetti relativi alla corretta individuazione ...
Marco Eugenio Di Giandomenico

MULTIMEDIA

Caricamento in corso...

Accadde Oggi