23 Aprile 2014
Utenti online: 4054 visitatori

Natale 2012: i bambini vogliono l’iPad sotto l’albero. Ecco i tablet per piccini dal design adulto


            
     

bambini-ipad-nataleBambole, trenini, macchinine, pupazzetti, dolciumi, libri. No, grazie. I bambini e i giovani adolescenti sono sempre più tecnologici e da Babbo Natale vorrebbero ricevere un tablet, meglio se iPad. E' per questo motivo che il Natale che sta per arrivare si prospetta come il più hi-tech degli ultimi anni. E' quanto emerge dall'ultima ricerca Nielsen, intitolata iHoliday: un

sondaggio tra i più piccini per comprenderne i gusti e le preferenze in previsione del Natale. Dai dati emersi si evince con tutta la sua forza l'appeal del brand Apple anche tra i giovanissimi e il risultato quindi più che positivo per l'azienda di Cupertino. Per il terzo anno di fila l'iPad si conferma infatti il dispositivo elettronico più desiderato dai bambini statunitensi, in due diverse fasce d'età, come risulta nelle interviste condotte, ossia dai 6 ai 12 anni e dai 13 in su.

In particolare nella fascia di bambini compresa tra i 6 e i 12 anni, il 48% di loro ha espresso il proprio gradimento nei confronti dell'iPad da 9,7 pollici, mentre il 36% verso il fratellino più piccolo, l'iPad Mini. L'azienda di Cupertino è riuscita poi a collocare altri due prodotti nella top 5: l'iPod Touch è al terzo posto (36% come l'iPad Mini), e l'iPhone al quarto con il 33%. Unico nome diverso da Apple nelle prime cinque posizioni è Nintendo con la Wii U, che è riuscita ad ottenere preferenze nel 39% dei casi. Diversa, ma di poco, la situazione nei sondaggi condotti su un campione avente 13 anni o più: l'iPad è infatti sempre al primo posto, ma con una percentuale del 21%. Al secondo posto un generico computer, al terzo un tablet ma non della Apple. Il Nintendo Wii U scivola in quarta posizione, e al quinto ritroviamo l'iPhone.

Il successo della Apple, tra i grandi fino ai più piccini, va spiegato in base alla linea di prodotti offerti, che ora è più solida che mai. Con la nascita di iPad Mini e il consolidamento delle realtà Mac, con il lancio del nuovo iPhone e iPod, Apple ha praticamente colmato ogni lacuna e riesce ora ad accontentare chiunque. E non è un caso poi che i prodotti più attesi dal pubblico, come iPad Mini, iPod Touch, i MacBook Pro con Retina Display, siano stati presentati in autunno. Né è un caso che le iniziative promozionali proprio in questo periodo si moltiplichino, dal Black Friday alle offerte di App Store, fino ai simpatici spot di iPad Mini che sono ormai onnipresenti anche sui nostri canali televisivi. Insomma, ancora una volta, le strategie di marketing della casa di Cupertino si rivelano vincenti.

Cosa fa dunque la Apple per i più piccini? E' corretto esporli così tanto all'utilizzo della tecnologia? Innanzitutto va detto che al giorno d'oggi non è più pensabile tenere i nostri figli lontani dalla tecnologia, e non sarebbe nemmeno giusto. Sempre di più, i bambini si confermano particolarmente interessati al mondo dell'elettronica di consumo e sono informatissimi sui prodotti a loro disposizione. Il sondaggio condotto da Nielsen evidenzia anche quanto l'avvento dei tablet abbiano influito sull'andamento delle vendite nel mercato PC, in passato vero e proprio sogno dei più piccoli, ora sostituito dalle più versatili e comode tavolette.

L'utilizzo delle più moderne tecnologie non è di per sé negativo per i più piccoli, anzi è un bene aprire le porte dell'era digitale ai propri bambini, ma diventa quanto mai fondamentale un minimo di controllo sul rapporto che essi hanno con tablet, pc e Internet.  Quello che conta è la modalità di utilizzo. Pertanto, diventa tabeoimportante utilizzare la tecnologia in maniera educativa ed è altrettanto importante il ruolo dei genitori che devono limitare l'uso di questi strumenti dal punto di vista quantitativo (meglio non superare un'ora al giorno), e condividere con i propri figli, soprattutto se molto piccoli, l'uso di questi prodotti. La cosa da evitare è che le nuove tecnologie diventino uno strumento per tenere tranquilli i bambini, un po' come accadeva anni fa con la televisione, quando molti genitori concedevano ai propri figli ore ed ore di piccolo schermo pur di mantenerli buoni in casa. Va bene la tecnologia, ma ci vuole anche la giusta dose di attenzioni umane che solo un genitore può offrire.

Dal punto di vista educativo, ci sono infatti tante strategie d'uso veramente molto interessanti e accattivanti per insegnare a leggere, contare, in maniera anche divertente. Queste tecnologie, inoltre, se opportunamente usate, aumentano il coordinamento motorio e spaziale, la prontezza dei riflessi e la capacità di pianificazione. Quindi, non ha senso demonizzarle, visto anche il loro crescente utilizzo tra i banchi. In questo senso, quindi, la stessa Apple attraverso l'iPad offre incredibili potenziali a livello didattico per i più giovani, e può essere utilizzato come mezzo di sostegno per la cura di certe tipologie di malattie. Sono da segnalare delle interessanti e istruttive applicazioni quali Colorando, per i bambini che si sentono piccoli artisti. Wombi, un'applicazione legata alla matematica per imparare a contare e introdurre i bambini ai numeri. Didakto Classic, un gioco divertente ed educativo per i bambini in età scolare, il cui fine è quello di rispondere a domande di genere e livello diversi. Pettson's Memory, un gioco di memoria, compatibile sia con iPhone che con iPad, con cui i bambini, oltre ad allenare la memoria, potranno anche imparare cose nuove.

Le altre aziende cosa propongono? Vista la grandissima attenzione, o meglio attrazione per i prodotti tecnologici e in particolare per i tablet, è bene che le aziende si indirizzino sempre di più verso questa direzione, producendo tavolette digitali appositamente dedicate ai piccini, mercato tra l'altro in continua ascesa. E' quanto ha fatto la Toys R Us, celebre società americana che si occupa di produrre giochi per l'infanzia, annunciando l'arrivo di un tablet dedicato ai bambini, immesso sul mercato lo scorso ottobre. Si chiama Tabeo (vedi foto sopra), ha un display da 7 pollici, con un design che si allontana però da quello dei dispositivi elettronici per i più piccoli (ed è questo che lo rende particolarmente innovativo rispetto agli altri tablet per bambini), avvicinandosi invece a quelli per i più grandi. Dotato di tutte le caratteristiche tecniche dei normali tablet, è animato da Android, ed ha uno store di app sviluppato dalla stessa Toys R Us. Il Tabeo garantirà la dovuta protezione mediante sistemi di controllo parentale appositamente realizzati per filtrare i contenuti non idonei. Ha un prezzo di 149,99 dollari.

tablet-per-bambini-clempadChe ne dite allora del ClemPad? E' il tablet per i bambini sviluppato dalla Clementoni. Monitor da 7 pollici, Android Ice Cream Sandwich e processore a 1,2 giga, è una tavoletta tutta bianca che di fanciullesco ha solo le tante applicazioni, tutte educative e gratuite. Dotato anch'esso di un design che non ha le forme giocose e ipercolorate tipiche di tutti i dispositivi dedicati ai più piccoli, farà credere ai bimbi di avere tra le mani lo stesso dispositivo che in casa ha magari il papà o la mamma. Il Clem Browser proteggerà poi  il bambino da siti di pubblicità indesiderati o dal contenuto non appropriato, e consentirà di navigare solo in una selezione sicura di siti web aggiornata dall'azienda. Accanto a questa safe list, il genitore può anche definirne una personalizzata e proteggerla con una password. E' uscito anch'esso ad ottobre, giusto in tempo per incontrare Babbo Natale, costa 169 euro.

Interessante anche la soluzione che ha trovato la Microsoft nel suo nuovo Windows Phone 8 lanciato il mese scorso. Per i genitori che vogliono far avvicinare i loro figli alla tecnologia utilizzando i proprio dispositivi, Microsoft ha realizzato Kid's Corner, un vero e proprio angolo sicuro che consentirà ai più piccoli di utilizzare tutti i giochi che desiderano senza correre alcun rischio. Kid's Corner consente di selezionare singolarmente le funzioni da attivare durante l'utilizzo da parte dei bambini.

Michela Magrini

Vedi anche

Tabeo: a Natale il tablet per i più piccoli

Natale 2012, la crisi fa crollare i consumi fino al 20%: anticipare i saldi salverà le aziende?

Nintendo, la Wii U arriva in Italia: caratteristiche, modelli e prezzi

 

Vota su Wikio Condividi - Salva

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


NEWSLETTER

Iscriviti alla newsletter di CorriereInformazione per ricevere nella tua casella di posta elettronica aggiornamenti su ciò che accade mel mondo.
Privacy e Termini di Utilizzo

spread, spread btp-bund 10y

IL BLOG DELLE OPINIONI

di Massimiliano Sammarco
C'era una volta l'idraulico Bruno e il proprieta...
Massimiliano Sammarco
di Alessandro Bertirotti
Possono costruire una casa Lego senza nessuna istr...
Alessandro Bertirotti
di Efisio Pinna
Da alcuni giorni stiamo assistendo in televisione ...
Efisio Pinna
di ManagerItalia
Rosa e giovane, così può essere definito quest'ann...
ManagerItalia
di Antonio Fossati
Il 2012 è stato un anno molto difficile per il con...
Antonio Fossati
di Ivan Perriera
Pensare che il turismo possa essere rappresentato ...
Ivan Perriera
di Marco Eugenio Di Giandomenico
Gli aspetti relativi alla corretta individuazione ...
Marco Eugenio Di Giandomenico

MULTIMEDIA

Caricamento in corso...

Accadde Oggi